Europa, Spagna

BARCELLONA LE OPERE DI GAUDI’: CASA MILA’

0 340

Casa Milà  (1906-12). Detta anche “la pedrera”. Questo nome  deriva dal fatto che la facciata sembra una cava a cielo aperto. Infatti risultò un edificio scioccante per l’epoca, ma oggi nessuno mette in discussione le sue forme ondulate e l’uso del cemento armato a vista come materiale base per poi sovrapporvi i complemti e le rifiniture.  La facciata esterna è arricchita con terrazzi in vetro armato, ampi finestroni, il tutto rifinito con ringhiere di ferro battuto, maioliche e pietra.

Casa Mià Barcellona

Casa Mià Barcellona

La casa venne commissionata ad inizio ‘900 dall’industriale catalano Milà come abitazione per la sua sposa, ed affittare gli altri spazi come appartamenti. In verià il proprietariò ebbe delle difficoltà a trovar inquilini, perchè tutti temevano d’aver delle problematiche ad arredare le camere per le forme irregolari e tondeggianti degli appartamenti.

Gaudì inizio la sua costruzione non appena consegnò Casa Batllò, e sorprende come i due edifici siano differenti. Contrasta l’usterità esterna di Casa Milà rispetto alla vicacità di colori di Casa Batllò.

L’edifico è oggi proprietà della banca Caixa Catalunya, che la mantiene aperta al pubblico e organizza eventi culturali. Alcune appartamenti sono affittati come abitazioni, altri come uffici di rapppresentanza.

 

 

Le parti visitabili di Casa Milà sono 4, ma comunque bisogna dedicargli più di un’ora e comprendono gli ultimi 3 piani, più il cortirle. La Sala delle esposzioni, che ospita mostre culturali temporanee.  L’appartamento “El Piso”, qui vi è la riproduzione della vita in una abitazione borghese catalana di fine ‘800,  arredata con i mobili originali disegnati dalla mano di Gaudì. Sono visibili tuttle stanze, camere da letto, soggiorno, bagni, cucina con utensili, giochi dei bimbi, stanze di servizo.

IMG_3994La mansarda, detta anche Spazio Gaudi. E’ un’area affascinante formata da 270 archi di mattone che ne sorreggono la struttura, dove si può comprendere il  genio di Antoni Gaudì con opere, fotografie, disegni, schizzi, modellini in plastico delle sue opere e video.


La Terrazza o tetto
, da dove si può godere della vista panoramica sul Paseo de Gracia. Il tutto è crataerizzato da fomre tonde in cemento armato, su diversi livelli, con corrimano e torri. Solo i camignoli hanno forme architettoniche che valgano una visita alla Pedrera. Per la sua straordianria bellezza dal 1984 l’edificio è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità” dell’Unesco.

Si arriva al Cortile solo nella ultima parte della visita, prima di uscire dal meraviglioso portone in ferro battuto. La cosa più affascinante è mettersi a testa all’insù e farsi travolgere dal vortice di finestre sino alla luce del cielo.


 

 

Booking.com

About the author / 

Alex975

#Blog di #viaggi con attenzione all'Europa ed all'Italia. Sempre a scovare posti insoliti. #travelbloger con una città nel cuore #Praga

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

REGISTRAZIONE

Log In

Seguici su:

Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On YoutubeVisit Us On Pinterest

Newsletter

NightLife

  • PRAGA LA CAPITALE DEL CLUBBING E DELLA NIGHTLIFE IN EUROPA

    La capitale della Repubbica Ceca non è solo arte e storia, ma negli ultimi 10 anni è balzata in vetta alle classifiche della vita notturna europea. Posso assicurare che le serata nel centro di Praga portano ad un clubbing compulsivo. La maggior parte dei Club e discoteche sono strutturati su un piano strada ed uno…

Cibo e Sapori

  • Praga ed il suo street food

    Praga è città dove si può assaporare del buon e classico street food, in tutte le stagioni, dal salato al dolce.  Assai facile potersi fermare in qualche chiosco nelle principali piazze ed imbattersi in qualche mercatino, festival od evento, dove mangiare e bere birra a prezzi molto lowcost. Due piazze dove troverete sicuramente dello street…

Seguici su: